Visualizzazioni totali

venerdì 5 gennaio 2018

Bonne année – buon anno!





Bonne année – buon anno!
In Centrafrica (e non solo) l’augurio di Bonne année (Buon anno) è ripetuto quasi all’infinito. Si inizia dopo Natale, ma si va avanti fino almeno a Marzo.
In questo scorcio di fine anno vengono a visitarci le 6 suore indiane che sono a Bouar, alla Yolé, con p.Marco Poggi. Con loro, sabato pomeriggio, andiamo a visitare le risaie. E loro, date le loro origini, sono grandi esperte del riso, che verificano, assaggiano e apprezzano.
Domenica la liturgia ci propone la festa della Santa Famiglia di Nazareth.  Al termine della Messa, affidiamo tutti gli sposi della parrocchia alla benedizione di Giuseppe, di Maria e di Gesù.
Iniziamo l’anno tranquillamente. In città c’è molta agitazione: canti, danze, birra, giochi, qualche botto. La domenica sera ci ritroviamo numerosi per un momento di preghiera e di adorazione, durante il quale ringraziamo Dio per il 2017, e gli affidiamo le nostre vite, la parrocchia ed il paese per questo nuovo anno. E preghiamo perché sia comunque un anno di Grazia.
E mercoledì 3 gennaio vado a Bocaranga. La situazione è molto migliorata. Proprio in queste settimane circa 150 famiglie sono partite da Bozoum, per rientrare a Bocaranga, dopo 3 mesi di vita da rifugiati. In occasione del Natale, grazie all’aiuto della Rep.Ceca, abbiamo potuto distribuire 8.800 saponi, più di 7 mila sacchetti di caffè, 5 tonnellate di sale e 4.400 kg di riso a più di 1.800 famiglie. E la distribuzione è stata fatta dalle varie chiese e moschee presenti, raggiungendo così tanta gente, senza distinzioni.
E anche questo è buon Anno!
Ultimo numero del Journal di Bozoum qui :
 











Riso e orti
le riz et les jaridns potagers



Bocaranga

Toilettes con scuola annessa (dovrebbe essere il contrario...)
Toilettes avec école annéxée (ça devrait etre le contraire...)

Incendi in savana (stagione secca)
Incendies en brousse (dans la saison sèche)






Posta un commento