Visualizzazioni totali

mercoledì 18 aprile 2018

Voli, Cresime e libro






Voli, Cresime e libri
Un po’ prima di Natale avevo seguito Isaac, un povero cieco era rimasto vittima di un incidente. La Croce Rossa Internazionale l’aveva portato in aereo a Bangui, per operarlo e curarlo. Questa settimana è finalmente ritornato a Bozoum, in forma e molto allegro!
La settimana è segnata profondamente dalla celebrazione delle Cresime: è il Sacramento nel quale i ragazzi, ragazze, giovani ed adulti ricevono il dono dello Spirito Santo, che conferma quanto ricevuto nel Battesimo. È un po’ il sacramento della maturità cristiana, che fa di loro dei testimoni viventi di Dio.
Celebriamo le Cresime a Bozoum, ma anche nei villaggi di Bokaya, Boyele e Manga, sulle strade di Bouar, Paoua e Bocaranga.
Per l’occasione viene il Vescovo di Bouar, Monsignor Mirek Gucwa. Sabato celebra a Bokaya, domenica a Bozoum e lunedì mattina a Manga e in pomeriggio a Boyele.
È l’occasione per incontrarlo, anche per i giovani e gli alunni delle nostre scuole, che il Vescovo incontra martedì mattina, prima di partire.
E le due sorprese?
Eccole:
1.      Le prossime settimane uscirà il libro: CORAGGIO. bisogna dare battaglia perché Dio conceda vittoria”. Il libro raccoglie quello che scrivo settimanalmente su questo blog dall'inizio fino a tutto il 2017.
Grazie all’amicizia e alla generosità di tanti amici e della nostra Procura Missioni di Arenzano, il libro sarà disponibile fra qualche giorno…
2.      La seconda sorpresa, è che a fine settimana parto per qualche settimana in Italia, fino al 29 maggio




Isaac






Visita del Vescovo nel Lycée St.Augustin
Visite de l'Eveque au Lycée St.Augustin



Lettura davanti al Vescovo nella nostra scuola Bakandja
Un peu de lecture devant l'Eveque à l'école Bakandja





giovedì 12 aprile 2018

DOMENICA IN ALBIS...



Il Consiglio Presbiterale
le Conseil Presbyteral



DOMENICA IN ALBIS
Venerdì scorso ero a Bouar, e il giorno dopo la riunione di formazione per le Caritas parrocchiali, ho partecipato al Consiglio Presbiterale, insieme ad una dozzina di sacerdoti e intorno al Vescovo.
Il Consiglio presbiterale è composto da alcuni sacerdoti della diocesi. Una parte è scelta dal vescovo, e una parte da tutti i sacerdoti. È una riunione nella quale si discute e si aiuta il Vescovo a prendere le decisioni, esprimendo liberamente  il proprio parere e consigliandolo.
In pomeriggio rientro a Bozoum, e domenica ritrovo tutti i battezzati di Pasqua, con i loro vestiti bianchi. Anticamente questa era chiamata “domenica in albis”, proprio perché, dopo una settimana di catechesi e formazione, i battezzati partecipavano ancora una volta alla Messa con  gli abiti bianchi del battesimo.
Martedì pomeriggio passo al Centre Rizicole di Bohoro, dove abbiamo iniziato i lavori di riabilitazione della diga. Mentre i muratori riparano le parti in cemento, una trentina di giovani, armati di pala e carretta, puliscono il fondo del lago, che così potrà contenere più acqua.
Mercoledì scendo a Bangui, per incontrare la comunità e vedere il lavoro della Scuola Agraria. I due edifici sono a buon punto, e stiamo proseguendo verso il tetto. La tecnica  nuova dei mattoni fatti in terra pressata, si sta rivelando molto interessante, e le costruzioni sono, esteticamente, molto belle.
E per la settimana prossima annuncio già due sorprese…


i battezzati
les baptisés


i lavori al Centre Rizicole
les travaux au Centre rizicole



la Scuola d'Agricoltura a Bangui
L'école d'agriculture à Bangui





giovedì 5 aprile 2018

Pasqua 2018






Pasqua 2018
E cammina cammina, siamo giunti finalmente a Pasqua.
Sabato Santo è un giorno di silenzio e di attesa. In serata, alle 18.30, ci troviamo sul piazzale della chiesa, intorno a un bel fuoco. È buio, e il fuoco è il simbolo del Cristo Risorto. È dal fuoco che accendiamo il cero pasquale, ed entriamo in chiesa. Piano piano si accendono le candele, ed esplode il canto dell’Exultet, che proclama la Risurrezione di Gesù.
Ascoltiamo poi le numerose letture: attraverso i secoli, Dio ha preparato l’uomo alla Grazia del Risorto. E arriva finalmente il momento dei Battesimi: sono 85, tra bambini, ragazzi, giovani e adulti. È un momento molto intenso, quasi un parto, nel quale la Chiesa, Madre, genera e accoglie questi nuovi figli.
La gioia è immensa. La chiesa è strapiena, ed è strapieno anche il piazzale esterno. E durante i canti, tutti danzano di gioia. Vedo tra la gente anche Virginie, una signora anziana, che ha appena avuto un leggero ictus. Anche lei si scatena nella danza.
Finiamo la liturgia dopo le 22, e piano piano i battezzati scendono con gli altri fedeli verso la città, e la città si riempie di canti, che dureranno per tutta la notte e il giorno seguente!
Domenica mattina, giorno di Pasqua, i battezzati si presentano in tutto il loro splendore, con il vestito bianco. Celebriamo la Messa in una chiesa che risuona di canti e danze. Abbiamo anche un matrimonio di una coppia, Guy Giscard e Raissa Irène.
Dopo la Messa i battezzati partono verso casa, accompagnati da amici e parenti, avvolti in stoffe colorate.
A pranzo ci ritroviamo dalle Suore, anche perché oggi salutiamo Suor Lydie, che dopo quasi 3 anni rientra in Congo, per problemi di salute.
Durante tutta la settimana, Ottava di Pasqua, c’è un’aria festosa. I nuovi battezzati vengono ogni giorno per la celebrazione della Messa.
Giovedì parto per Bouar, dove organizziamo una giornata di formazione per le Caritas delle Parrocchie di Bouar (Fatima, Wantigera e Cattedrale) e di Baoro, Baboua, Niem e Bohong. Siamo una decina tra parroci e suore, e una trentina di laici impegnati nelle varie comunità della diocesi a favore dei più poveri per essere “le mani del cuore della Chiesa”, come diceva Paolo VI.

P.Enrico battezza


Pasqua, i nuovi battezzati.


Matrimonio
Mariage







Saluto a Sr Lydie (a sinistra)
Au revoir, Sr Lydie (à gauche)


Formazione Caritas


giovedì 29 marzo 2018

Verso Pasqua





Verso Pasqua
Con la celebrazione della Domenica delle Palme il cammino verso Pasqua si fa più veloce.
Martedì mattina ragazzi, ragazze, giovani ed adulti che riceveranno il Battesimo sono riuniti per un momento di preghiera e riflessione, guidati da p.Matteo.
In mattinata consegniamo le pagelle agli alunni del nostro Liceo, ed in pomeriggio parto per Bouar.
Mi fermo però nel Centro Rizicole di Bozoum, dove, con l’aiuto della Quaresima di Fraternità della Diocesi di Cuneo abbiamo iniziato i lavori di manutenzione della diga. Il bacino fornisce acqua durante la stagione secca, e questo permette di avere due raccolti per anno. Ma in alcuni punti l’acqua ha scavato, e fuoriesce, diminuendo la capacità e mettendo in pericolo tutta la risaia. Per ora i contadini della cooperativa hanno vuotato il lago artificiale, ed iniziato a scavare le zone da riparare.
A Bouar, mercoledì mattina, celebriamo la Messa Crismale. È una Messa molto particolare, durante la quale i sacerdoti rinnovano le proprie promesse ed impegni al servizio della Chiesa, ed il Vescovo benedice gli oli che saranno usati per i malati e per i catecumeni, ed il Crisma, che è usato per i Battesimi,  le Cresime e le ordinazioni Sacerdotali. Siamo una quarantina di sacerdoti di tutta la diocesi a celebrare con il nuovo vescovo.
In pomeriggio rientro a Bozoum. Mi fermo nel villaggio di Bokaya, dove saluto Baba Michel, il vecchio catechista. Credo che abbia quasi novant’anni! È circondato da un nugolo di nipoti, di cui è molto fiero!
Con il Giovedì Santo inizia il Triduo Pasquale. Giovedì è il giorno in cui celebriamo l’Eucaristia, il Sacerdozio e la Lavanda dei piedi, con la quale Gesù ci dona il Comandamento dell’Amore. Venerdì facciamo memoria della Passione e Morte di Gesù. E sabato notte celebreremo la Risurrezione di Gesù, e con quella i Battesimi.
E allora... buona Pasqua a tutti!


Domenica delle Palme
Dimanche des Rameaux



la diga di Bohoro
le barrage du Centre Rizicole de Bohoro









Baba Michel di Bokaya


l'Altare della Deposizione