Visualizzazioni totali

venerdì 1 dicembre 2017

Festa nazionale






Festa nazionale
Oggi, 1° dicembre, è LA festa nazionale: 59 anni fa questa parte della colonia francese dell’Africa Equatoriale Francese era proclamata la Repubblica. Due anni dopo, nel 1960, ci sarà finalmente l’Indipendenza.
Tra i “Padri” del Centrafrica, c’è anche un sacerdote. Anzi, il primo sacerdote centrafricano, l’abbé Barthélémy Boganda. Nonostante sia morto proprio in quegli anni (non potendo così vedere la realizzazione del sogno cui aveva contribuito enormemente), sono rimaste molte cose, dovute alla sua intelligenza e alla sua visione. Tra le altre, il motto “UNITE – DIGNITE – TRAVAIL” (Unità, Dignità, Lavoro) della Repubblica.
Preceduta da una lunga preparazione (specialmente per il “defilé” –la sfliata-), la festa del 1° dicembre è una tra le più sentite.
Il giorno precedente abbiamo potuto distribuire i vestiti nuovi ai bambini della scuola dei rifugiati. In pomeriggio, alla presenza di alcune autorità e di un discreto numero di persone, abbiamo celebrato la Messa per affidare a Dio il paese, e chiedere il dono della pace.
Oggi, venerdì, 1° dicembre, c’è stata la grande sfilata, a cui hanno partecipato tutte le scuole, ma anche associazioni e vari gruppi.
Un bel momento di festa. E ci voleva!




Gauthier

les majorettes















Posta un commento