Visualizzazioni totali

giovedì 17 maggio 2018

Italia Italia


 

Italia Italia
In questi giorni ho rallentato un po’ la presenza sul blog, per concentrarmi di più sulla mia presenza in Italia.
In questi giorni cerco di essere presente un po’ con tutti: la famiglia, la famiglia carmelitana, e le tante persone che cercano di saperne di più sul Centrafrica e su Bozoum.
La mia famiglia: la mamma, con i suoi 91 anni portati molto bene, a parte la fatica nel camminare. Mia sorella Marisa, con la sua famiglia e il bar Baramò (che è il saluto in Sango, la lingua nazionale del Centrafrica), mio fratello Giovanni.E poi la parrocchia, e le tante persone che incontro.
Questa settimana sono in Liguria, dove incontro le nostre comunità carmelitane. Accoglienza calorosa, molta fraternità, e il supporto della simpatia e della preghiera di conventi e monasteri.
La settimana scorsa (3 giorni, 1.500 km) sono a Milano (Popoli e Missioni, Famiglia Cristiana e Avvenire), dove incontro amici e parliamo di Centrafrica, Chiesa, Bozoum... Il giorno seguente sono a Pegognaga da Mario Mazzali, il nostro impareggiabile volontario tuttofare, e da sua moglie Luigina. Proseguo poi per Ferrara e Lendinara (Rovigo), dove incontro altri amici di Bozoum. Il terzo giorno vado a Torino, al Salone del Libro. Qui incontro altri amici, ma anche una persona speciale: Grégoire Ahongbonon. Nato in Benin, da anni si dedica ai malati di mente di numerosi paesi d’Africa, liberandoli letteralmente dalle catene e curandoli. Un’idea anche per Bozoum...
Dopo un saluto a La Stampa, rientro a Cuneo.
Ed il viaggio continua. Sarò in Italia fino al 29 maggio, ma c’è ancora tanto da fare e tante belle persone da incontrare.
 





Grégoire Ahongbon






venerdì 4 maggio 2018

Tutto libro







Tutto libro
1° maggio 2018: a Bangui, capitale del Centrafrica, persone armate entrano nella parrocchia di Fatima, e lanciano delle bombe a mano e sparano sulla folla riunita  per la Messa. Il bilancio è di almeno 16 morti, tra cui un sacerdote che conosco. La gente, ormai allo stremo organizza una marcia e portano le salme di alcune vittime verso il palazzo della Presidenza, dove viene dispersa dai militari.
È una notizia terribile. La paura che si scateni la violenza è fortissima: l’80 % del paese è in mano a ribelli, e nella stessa capitale ci sono quartieri interi nelle mani di bande armate.
Il Cardinal, arcivescovo di Bangui, ha lanciato un messaggio che invita alla preghiera e alla calma, ma al tempo stesso chiede che la verità sia fatta su quanto è successo… La pace è ancora molto lontana!
 La prima settimana di questo maggio, dopo una breve visita ai confratelli di Bocca di Magra, ruota intorno al libro contenente i testi di questo blog, dal primo del 2008, agli altri 320 circa dal 2011 a tutto il 2017.
Fresco fresco di stampa, il libro si intitola: “Coraggio. Bisogna dare battaglia perché Dio conceda la vittoria”.
Giovedì sera c’è l’inaugurazione a Cuneo, in un contesto bellissimo: una serra piena di piante e fiori, messa a disposizione dagli amici Roagna. Paolo Silvestro  (ma non solo) ha lavorato alla creazione di questo libro, e insieme a Fabrizio Brignone (che ne ha fatto la prefazione) introducono, e poi mi lasciano la parola. Ci sono molte persone. Sono presenti anche alcuni miei confratelli carmelitani. E alla fine della sera vendiamo i primi 77 libri!
Il venerdì mi invitano addirittura all’Università di Torino, dove parlo di Bozoum ad un centinaio di studenti del 3° anno. E in serata sono a Dogliani, dove la Rai mi intervista e dove posso parlare del libro (http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/basic/PublishingBlock-8cbbd8fc-3365-4785-a7ec-950b73541553.html#)
Coraggio!















Università di Torino



A Dogliani con RAI 3




venerdì 27 aprile 2018

Strade




Strade
Ed eccomi in Europa!
La settimana scorsa, mercoledì e giovedì 18 e 19 aprile, ho partecipato, insieme ad una settantina tra sacerdoti, religiosi e religiose, alla Sessione Diocesana. Insieme al nuovo vescovo di Bouar abbiamo cercato di capire com’è la situazione, in particolare per la sicurezza (praticamente la metà delle parrocchie sono in condizioni di pericolo, perché in zone occupate da ribelli), ma anche per quanto riguarda il futuro: cosa fare, e come farlo. Programmiamo, tra l’altro la riapertura delle scuole per i catechisti, nel prossimo autunno.
La riunione si conclude con la celebrazione eucaristica nella cappella delle Clarisse, preceduta da un incontro del Vescovo con i religiosi e religiose della diocesi.
Giovedì pomeriggio parto per Baoro, e venerdì mi metto in strada verso le 4.30, per essere a Bangui in tempo per fare il chek-in, e anche un paio di riunioni.
E in pomeriggio parto verso Parigi, dove arrivo sabato mattina, per proseguire verso Genova. I confratelli vengono a prendermi all’aeroporto, e in pomeriggio salgo a Cuneo, per qualche giorno in famiglia.
Ma lunedì e martedì sono a Praga, per incontrare i confratelli del Santuario di Gesù Bambino e per alcuni incontri. Lunedì pomeriggio partecipo all’incontro con il vice ministro degli Affari Esteri, e, soprattutto, gli amici dell’ONG SIRIRI.OPS, con i quali collaboriamo da anni.
Ed ora eccomi in Italia per qualche settimana.
Giovedì 3 maggio ci sarà la presentazione del libro “Coraggio. Bisogna dare battaglia perché Dio conceda vittoria”. L’ho appena ritirato ieri, fresco di stampa! Oltre 300 pagine, che raccolgono quanto ho scritto sul blog in questi anni. Il tutto con qualche scheda sul paese, la missione, l’educazione, l’agricoltura e altro!
Sarà possibile anche trovarlo qui:
http://www.amiciziamissionaria.it/news/coraggio-il-libro-padre-aurelio-gazzera

Il libro: come ordinarlo

Riceverlo direttamente a casa è semplice: puoi ordinarlo
 telefonando allo 010 9126651
 via WhatApp: 3478971121

Con PayPal puoi acquistarlo subito e in modo sicuro. Ti servirà solo sapere l'indirizzo mail del destinatario.
Eccolo: missioni@carmeloligure.it.
Paga ora con PayPal>>>














mercoledì 18 aprile 2018

Voli, Cresime e libro






Voli, Cresime e libri
Un po’ prima di Natale avevo seguito Isaac, un povero cieco era rimasto vittima di un incidente. La Croce Rossa Internazionale l’aveva portato in aereo a Bangui, per operarlo e curarlo. Questa settimana è finalmente ritornato a Bozoum, in forma e molto allegro!
La settimana è segnata profondamente dalla celebrazione delle Cresime: è il Sacramento nel quale i ragazzi, ragazze, giovani ed adulti ricevono il dono dello Spirito Santo, che conferma quanto ricevuto nel Battesimo. È un po’ il sacramento della maturità cristiana, che fa di loro dei testimoni viventi di Dio.
Celebriamo le Cresime a Bozoum, ma anche nei villaggi di Bokaya, Boyele e Manga, sulle strade di Bouar, Paoua e Bocaranga.
Per l’occasione viene il Vescovo di Bouar, Monsignor Mirek Gucwa. Sabato celebra a Bokaya, domenica a Bozoum e lunedì mattina a Manga e in pomeriggio a Boyele.
È l’occasione per incontrarlo, anche per i giovani e gli alunni delle nostre scuole, che il Vescovo incontra martedì mattina, prima di partire.
E le due sorprese?
Eccole:
1.      Le prossime settimane uscirà il libro: CORAGGIO. bisogna dare battaglia perché Dio conceda vittoria”. Il libro raccoglie quello che scrivo settimanalmente su questo blog dall'inizio fino a tutto il 2017.
Grazie all’amicizia e alla generosità di tanti amici e della nostra Procura Missioni di Arenzano, il libro sarà disponibile fra qualche giorno…
2.      La seconda sorpresa, è che a fine settimana parto per qualche settimana in Italia, fino al 29 maggio




Isaac






Visita del Vescovo nel Lycée St.Augustin
Visite de l'Eveque au Lycée St.Augustin



Lettura davanti al Vescovo nella nostra scuola Bakandja
Un peu de lecture devant l'Eveque à l'école Bakandja





giovedì 12 aprile 2018

DOMENICA IN ALBIS...



Il Consiglio Presbiterale
le Conseil Presbyteral



DOMENICA IN ALBIS
Venerdì scorso ero a Bouar, e il giorno dopo la riunione di formazione per le Caritas parrocchiali, ho partecipato al Consiglio Presbiterale, insieme ad una dozzina di sacerdoti e intorno al Vescovo.
Il Consiglio presbiterale è composto da alcuni sacerdoti della diocesi. Una parte è scelta dal vescovo, e una parte da tutti i sacerdoti. È una riunione nella quale si discute e si aiuta il Vescovo a prendere le decisioni, esprimendo liberamente  il proprio parere e consigliandolo.
In pomeriggio rientro a Bozoum, e domenica ritrovo tutti i battezzati di Pasqua, con i loro vestiti bianchi. Anticamente questa era chiamata “domenica in albis”, proprio perché, dopo una settimana di catechesi e formazione, i battezzati partecipavano ancora una volta alla Messa con  gli abiti bianchi del battesimo.
Martedì pomeriggio passo al Centre Rizicole di Bohoro, dove abbiamo iniziato i lavori di riabilitazione della diga. Mentre i muratori riparano le parti in cemento, una trentina di giovani, armati di pala e carretta, puliscono il fondo del lago, che così potrà contenere più acqua.
Mercoledì scendo a Bangui, per incontrare la comunità e vedere il lavoro della Scuola Agraria. I due edifici sono a buon punto, e stiamo proseguendo verso il tetto. La tecnica  nuova dei mattoni fatti in terra pressata, si sta rivelando molto interessante, e le costruzioni sono, esteticamente, molto belle.
E per la settimana prossima annuncio già due sorprese…


i battezzati
les baptisés


i lavori al Centre Rizicole
les travaux au Centre rizicole



la Scuola d'Agricoltura a Bangui
L'école d'agriculture à Bangui